Bambini

Difficilmente il bambino è in grado di esprimere a parole il proprio disagio e spesso lo cela dietro a difficoltà comportamentali (irrequietezza, aggressività, eccessiva timidezza), disturbi del sonno, disturbi d’ansia (paura della scuola e di affrontare nuove situazioni), disturbi fisici (mal di pancia, cefalee, pipì a letto), difficoltà d’apprendimento e disturbi nella sfera alimentare.
Il bambino racconta di Sé e delle proprie sofferenze in modo simbolico attraverso il gioco e il disegno, che diventano i principali strumenti per le sedute di psicoterapia in quanto specchio del suo mondo interno relazionale e delle paure inespresse.
La presenza e la collaborazione dei genitori sono molto importanti in una prima fase per raccogliere la storia del piccolo, mentre, con il procedere della terapia, per comprenderlo più a fondo e sostenerlo nel contesto familiare